Impegnati nel verde, Scapuzzi premia tre circoli toscani

Premiazione all’Ugolino per tre circoli toscani che hanno ottenuto il riconoscimento ambientale “Impegnati nel Verde”, organizzato dalla Federazione italiana golf con il sostegno del Credito Sportivo. La cerimonia si è tenuta sul green della buca 18, dopo la riunione del comitato regionale toscano. Il presidente Andrea Scapuzzi e il rappresentante del Credito Sportivo Luca De Vito hanno ricordato l’importanza di questo premio, rivolto ai circoli di golf che hanno saputo proporre tecnologie, metodologie, progettazioni e gestioni in grado di sviluppare un netto miglioramento ambientale e un approccio responsabile nell’utilizzo delle risorse naturali. La premiazione si sarebbe dovuta svolgere in occasione dell’Open d’Italia, svoltosi senza pubblico per l’emergenza Covid-19, e il presidente federale Franco Chimenti ha delegato i presidenti regionali per consegnare questi riconoscimenti. Scapuzzi ha sottolineato con orgoglio come la Toscana abbia ottenuto ben tre premi, spiegandone le motivazioni e presentando ciascun circolo.

Il Golf Club Bellosguardo Vinci, rappresentato da Alberto Sciatti membro del consiglio di amministrazione, e il Golf Club Tirrenia, con il suo direttore Florian Lushaj, hanno ricevuto il riconoscimento per la categoria Patrimonio culturale. Bellosguardo, circolo che ha da poco festeggiato il decennale, ha ricevuto il premio per Discover Leonardo, il percorso alla scoperta della vita e le opere di Leonardo da Vinci insieme alla mostra permanente delle macchine da guerra e delle invenzioni del suo genio. E’ stata un’iniziativa fortemente voluta da Cristina Carmignani, vicepresidente del circolo, e che si sostanzia anche in riferimenti leonardeschi su ognuna delle 9 buche del percorso. Per il Golf Club Tirrenia, fondato nel 1968, si tratta invece del secondo premio dopo quello ottenuto nel 2018 nella categoria Biodiversità per le azioni volte a diffondere la cultura ambientale che lega il golf alla natura. Stavolta il circolo presieduto da Romolo Berti ha visto riconosciuto il suo impegno nella realizzazione di un percorso naturalistico dentro il circolo di golf, all’interno del Parco Naturale più grande della Toscana: quello di San Rossore, Migliarino e Massaciuccoli. Questa iniziativa è stata accompagnata anche dalla pubblicazione del libretto “Il sentiero nel bosco” di Pacini Editore.

Camilla Tolomei, presidente del Circolo Golf Ugolino, ha infine ricevuto il terzo premio Impegnati dopo quelli del 2016 (Paesaggio) e 2018 (Patrimonio culturale). Stavolta lo storico e prestigioso club fiorentino è stato scelto per la categoria Biodiversità. Il super intendent Vanni Rastrelli ha spiegato i punti principali del lavoro che ha portato a questo importante riconoscimento: la classificazione del ricco e variegato patrimonio arboreo (oltre 3600 alberi) con la compensazione di nuove piante al posto di quelle malate e abbattute, l’incremento delle aree a bassa manutenzione con incremento della biodiversità sia animale che vegetale e la realizzazione di pannelli esplicativi della fauna presente sul percorso.

Nella foto: da sinistra Florian Lushaj, Vanni Rastrelli, Camilla Tolomei, Andrea Scapuzzi, Luca De Vito e Alberto Sciatti

Articolo precedenteMc Tour e International Pairs
Prossimo articoloL’Abbadia, premiati i campioni sociali 2020