Cascini domina la finale del Torneo interregionale Agis all’Argentario

Ancora un importante successo di Nicola Cascini, a distanza di poche settimane dalla vittoria nella finale di Golfitaliano Cup ad Acaya. Il golfista dell’Ugolino (nella foto premiato da Claudio Bulleri, presidente Agis Toscana, e dalla presidente nazionale Agis Pupi Alessi) ha vinto anche la finale del Torneo interregionale Agis disputata lunedì 24 e martedì 25 ottobre all’Argentario Golf Club, sul campo che ha ospitato nello scorso fine settimana il Senior Italian Open. Con due giri in 80 colpi, Cascini ha dominato la classifica del lordo: 27 punti il primo giorno e altrettanti il secondo per un totale di 54. Troppi per i suoi 66 avversari, il migliore dei quali è arrivato appena a 42 punti. “Abbiamo giocato su un campo molto difficile – racconta soddisfatto Nicola Cascini – e con molto vento. Un po’ le stesse condizioni meteo che ho trovato ad Acaya, evidentemente mi sono adattato meglio degli altri a giocare con il vento”.

E come lui si è abituata molto bene anche sua moglie, Laura Scarpa, che dopo aver vinto il netto di seconda categoria ad Acaya, è salita sul podio anche all’Argentario. Per lei un terzo posto, con 62 punti, a pari merito con Manfred Adami, autore di un secondo giro migliore, e a 4 lunghezze dal vincitore Walter Besana. La golfista dell’Ugolino è stata molto regolare, con 31 punti raccolti in ciascuna delle due giornate di gara, anche se ha pagato caro un errore di troppo proprio all’ultima buca. Nella tre giorni all’Argentario (domenica 23 c’è stata la prova campo) la Toscana è stata rappresentata anche da Dino Dini e Claudia Piazza (Cosmopolitan), Claudio Bulleri (Ugolino), Gilberto Freschi (Parco di Firenze) ed Eugenio Baggiani (L’Abbadia).

Laura Scarpa, terza in seconda categoria e prima nel netto femminile, premiata da Claudio Bulleri (presidente Agis Toscana) e dalla presidente nazionale Agis Pupi Alessi
Articolo precedenteBaby golfiste super nel Trofeo Zurich Insurance a Livorno
Prossimo articoloGara del Vino Nuovo e del Castagnaccio al Parco di Firenze