Stefano Palmieri premiato al Riva Toscana per la sua vittoria nel Dutch Open

A distanza di un mese dalla sua prestigiosa vittoria nel Dutch Open, Stefano Palmieri è stato premiato a casa sua, a Follonica, dal sindaco Andrea Benini e dai primi cittadini di Castiglione della Pescaia Elena Nappi e di Scarlino Francesca Travison, tutti comuni dell’ambito turistico Maremma Toscana Area Nord riconosciuto Comunità Europea dello sport 2023. Teatro di questa cerimonia è stato il Riva Toscana Golf Resort & Spa di Paolo Negroni, il circolo aperto da pochi mesi e del quale il golfista non vedente di Follonica è socio onorario. “Stefano Palmieri è un atleta con la a maiuscola – ha detto Negroni -. Gioco a golf praticamente da quando sono nato, ho incontrato molti campioni, ma non ho mai visto nessuno allenarsi con la dedizione e la professionalità di Stefano. Lui è di esempio ogni giorno e ci ricorda che nella vita niente è impossibile”.

“Aver conosciuto Stefano Palmieri è uno dei ricordi più belli che porterò con me dell’esperienza di sindaco di Follonica – ha detto Benini -. La sua vittoria in Olanda è stata particolare: lui è stato il primo golfista non vedente a battere avversari con altre disabilità. E’ un orgoglio per tutto il nostro terriitorio e nel premiarlo qui, al Riva Toscana, voglio anche ringraziare Paolo Negroni che è riuscito a realizzare questo campo da golf e questo bellissimo resort”. Elena Nappi, sindaco di Castiglione della Pescaia, ha detto che l’attività e i successi di Palmieri sono di stimolo anche per le amministrazioni comunali (“Anche noi dobbiamo reinventare i nostri territori”) e Francesca Travison ha annunciato che il Comune di Scarlino organizzerà incontri nelle scuole con Palmieri e gli studenti.

Il premiato, che ha avuto anche momenti di commozione, ha ringraziati tutti i presenti, a cominciare da Salvatore Rotella, presidente del Golf Club Toscana che lo ha fatto iniziare a giocare quando sembrava impossibile anche solo pensarlo. “Mi ha sempre supportato, insieme agli amici del Pelagone. Senza di loro non avrei potuto giocare. Paolo Negroni mi consente di giocare quando voglio, vicino a casa, e questo mi è di grande aiuto. Poi voglio ringraziare il mio maestro Alessandro Resseguier e tutte le mie guide. Non solo mi aiutano a giocare a golf, con la loro disponibilità e umanità rendono facili cose che sarebbero impossibili”. A sorpresa, Stefano Palmieri ha fatto intervenire Stefano Ricceri, che ha condiviso con lui la vittoria nel Dutch Open, Mariella Cerboneschi (“la mia guida del campo pratica”), Francesco Bivona e Filippo Micheli. Assente per motivi di lavoro Leonardo Carlucci. E dopo il buffet, Stefano Palmieri ha fatto una dimostrazione di gioco sul putting green, alal quale hanno partecipato anche i sindaci e gli assessori intervenuti.

Paolo Negroni, presidente di Riva Toscana, con Stefano Palmieri, Andrea Benini, Elena Nappi, Francesca Travison e Salvatore Rotella

Articolo precedenteJazz on the green domenica 14 agosto al Golf Club Garfagnana
Prossimo articoloPunta Ala, il grande…Salto della famiglia Giubilei. E Cristallini torna al successo