John Deere Medzone Cup, il trofeo torna in Italia

C’è molta Toscana nella vittoria italiana della John Deere Medzone Cup, la sfida che mette di fronte le squadre di Italia, Francia e Spagna e Portogallo (queste ultime due riunite in un’unica formazione), disputata a Parigi al Golf de l’Isle Adam. Dopo 4 anni, complici anche il biennio di blocco causato dalla pandemia, il trofeo è tornato in Italia grazie alle belle prestazioni fornite dai super intendent, direttori e presidenti selezionati da Roberto Foti Belligambi, dirigente di John Deere Italiana e appassionato golfista. E fra questi spiccano i giocatori toscani, che negli incontri a coppie (formula 4 palle la migliore) hanno portato un contributo determinante al successo finale, determinato dai due migliori punteggi netti, i due migliori lordi e il peggior lordo di ciascuna squadra: l’Italia ha raccolto 193 punti e ha preceduto Francia (176) e Iberica (170). Nel netto Marco Maiani, golf manager di Poggio dei Medici, ha vinto insieme a Filippo Baruzzi, super intendent al Golf Club Le Fonti, con lo stratosferico score di 55. Oltre a Maiani sono stati molti i toscani impegnati nella positiva trasferta parigina: i presidenti Giuliano Bagnoli (Parco di Firenze), Fabio Giuliani (Golf Club Quarrata) e Massimiliano Laldi (Golf Club Montecatini), i direttori Florian Lushaj (Golf Club Tirrenia), Marco Maiani (Poggio dei Medici) ed Elena Marchetti (da poco passata a Frassanelle), i super intendent Simone Andreucci (Castelfalfi), Pietro Binaghi (Toscana), Massimiliano Fattori (Le Pavoniere) e Manuel Orsini (Cosmopolitan).

Nella foto: da sinistra Fabio Giuliani, Massimiliano Laldi, Massimiliano Fattori e Florian Lushaj

Articolo precedentePoggio dei Medici, il 2 giugno un giorno di festa per i suoi primi 30 anni
Prossimo articoloTrofeo Etichettificio Jolly a Bellosguardo