Ryder Cup, a Livorno c’è un’Europa che vince

C’è chi non si è perso un solo colpo dei tre giorni di Ryder Cup, andando a dormire nel cuore della notte, e chi invece, oltre a seguirla un tv, ha voluto vivere l’atmosfera della Ryder Cup giocando sul proprio campo insieme e contro amici-rivali di circolo. Al Golf Club Livorno, nella giornata di sabato 25 settembre, le squadre Usa (maglietta rossa e pantaloni bianchi) ed Europa (maglietta azzurra e pantaloni bianchi) accompagnate da bandiere e tifosi addobbati con i colori delle rispettive formazioni sono state prima presentate da Riccardo Tola, animatore e conduttore di ogni iniziativa del circolo labronico, e poi sono scese in campo per 9 sfide a coppie (formula 4 palle la migliore) al mattino e 18 individuali al pomeriggio. A differenza di quanto accaduto nella Ryder Cup in Wisconsin, la squadra dell’Europa ha vinto per 15-12: 6-3 il risultato delle gare a coppie e 9-9 quello dei match play individuali.

I capitani non giocatori Michele Meli e Riccardo Tola presentano una coppia delle loro squadre

Questi i giocatori delle due squadre. Europa: Michele Meli capitano non giocatore, Galatolo A., Allegrini F., Galatolo P., Mori, Meli V., Dottori, Barbera, Fanucci, Sereno, Dinelli, Gagliano, Paolotti C., Rossi, Ceccarelli, Marini, Donati, Castellano, Tani, Bruni S., Mariani, Selmi, Gambarini, Meli E., Allegrini G., Parducci, Bernacca. Usa: Riccardo Tola capitano non giocatore, Scapuzzi, Ghelarducci, Iacuzzo, De Zordi, Salviati, Sumberaz, Fava, Casalini F., Errica, Doveri, Giovannelli, Coen, Quercioli, Cipullo, Baldasseroni, Sartori, Scali, Turcheschi, Bartolini S., Bonsignori, Novelli, Cozzolino, Raffaelli, Castelli, Bartolini I., Paolotti F., Rodi.

Le due squadre di Europa e Usa